Come iniziare una campagna adwords

Come iniziare una campagna adwords
Vota il post

La campagne AdWords sono strumenti essenziali per qualsiasi business online per lo meno agli inizi. E’ il modo migliore per dare visibilità al vostro sito web in pochissimo tempo e per comiciara ad avere qualche entrata fin dai primi momenti di vita del sito. Ma rendere efficacie una campagna sem non è facile, soprattutto in certi settori dove la concorrenza è feroce ed i concorrenti sono delle multinazionali giganti con budget pressoche illimitati e stuoli di esperti a disposizione. Ma anche per un piccoli sito web è possibile rendere redditizia una campaña adwords, applicando qualche piccolo trucco ma soprattutto buon senso. Di seguito vanno 8 consigli per creare la prima campagna Adwords.

campagna adwords: come iniziare

Consigli per creare una campagna adowrds

Stabilire un obiettivo chiaro prima di entrare nel mondo di AdWords

Che cosa vuoi ottenere da una campagna AdWords? Non si tratta solo di visite alla web, di ordini o di contatti utili. Bisogna fin dal principio stabilire gli obiettivi e, se possibile, dargli un valore numerico. È necessario in primis identificare se ciò che vi interessa sono:

  • Visite alla web, ossia clic,
  • Branding
  • Vendite
  • Invio di form di contatto
  • Migliorare l’esperienza dello user nel nostro sito, ovvero aumentare il tempo medio trascorso nel sito oppure ridurre il bounce rate.

In base agli obiettivi della campagna si dovrà investire una somma determinata ed inoltre, soprattutto, si opterà er un tipo di campagna diverso in base all’obiettivo. Per esempio per creare una campagna il cui obiettivo è introdurre la nostra marca-sito web in una determinata nicchia di mercato la campagna più adatta probabilmente sarà una campagna display con segmentazione per interessi, oppure segmentazione per sesso o demografica qualora si conosca perfettamente il pubblico obiettivo del nostro site. Se una campagna ha come obiettivo solo vendite l’aproccio cambia radicalmente e probabilmente la miglior campagna sia una campagna di Rete di ricerca.

Misurare le conversion di Adwords

Oltre a rispondere a domande come quante vendite o leads ho ottenuto dalla campagna, dall’annuncio o dalla chiave di recerca, misurare le conversioni di una campagna Adwords vi servirà anche per conoscere la qualità del traffico che state attirando al vistro sito web. Ogni azione che vogliamo che l’utente esegua sul nostro sito web (compilare un modulo, fare un acquisto, iscriversi ad una newsletter, visualizzare un documento, fare una telefonata al numero della ditta…) può essere tracciata con Adwords. Per fare ciò si deve installare un codice di monitoraggio delle conversioni.  Di solito questo codice si aggiunge alla thank you page del sito, cioè alla pagina dove arriva l’utente dopo aver compiuto l’azione desiderata. Per esempio nel caso di voler tracciare un acquisto si dovrèa aggiungere il codice di adwords nella pagina dove si conferma l’ordine ed il pagamente del cliente. Questo codice si trova entrando nel vostro account adwords, facendo clic su “strumenti”–>”Conversioni” e poi seguendo le istruzioni passo a passo potrete configurare tutto quanto, dal nome della conversione, il valore, e perfino la durata della cookie che vi permetterà di attribuire la conversione ad un click determinato.

Si raccomanda inoltre vincolare l’account Google Adwords con l’account Google Analytics per poter disporre di tutta la informazione delle campagne adwords in analitics e viceversa in modo da avere molti piu filtri a disposizione per analizzare i dati.

AdWords è solo uno strumento, non un venditore

La chiave per fare della vostra campagna un successo sta nella persona che la gestisce. In poche parole non basta aprire un account, mettere online una campagna adwords e finanziarla copiosamente perchè questa sia redditizia. Ottimizzare l’account è fondamentale per raggiungere risultati positivi. E per ottimizzare un account adwords adecuatamente sono necessarie delle mani che sappiano quello che fanno. Non è raccomandabile affidare la campagna ad una persona che non ne sappia nulla, come per esempio affidarla ad una segretaria como una funzione in più tra le tante, giusto perchè controlli che il budget non sia troppo elevato. Quest’approccio difficilmente si traduce in una campagna redditizia. Anzi molte volte è proprio l’opposto e porta a chiudere l’account dopo pochi mesi per frustrazione.

Creare annunci coerenti, ottimizzati e commerciali

Gli annuncio sono una delle parti maggiormente importante poichè sono tra i principali responsabili del successo o fallimento di una campagna adwords. Questi devono avere tra caratteristiche principalmente:

  1. Devono esssere coerenti con quello che poi lo user si troverà di fronte nel sito webuna volta che avrá cliccato sul link. Per esempio un copy di un annuncio che garantisce il prezzo minimo sarà forse molto cliccato, pero se poi nel sito i nostri prezzi sono del 10% maggiori che quelli della concorrenza difficilmente di sarà una connversione. Quindi il risultato sarà probabilmente un alto CTR (Ratio di click comparato con le volte in cui il mio annuncio è stato mostrato) pero una bassa Conversion Rate oltre ad un’alta, probabilmente , frequenza di rimbalzo.
  2. Devono essere ottimizzati: ogni campagna adwords funziona in base a dei quality score, degli indicatori di qualitá che si attibuiscono alle keyoword, agli annunci, a gruppi di annuncio ed alla campagna in generale. Basicamente più il quality score è alto più il nostro annuncio verra mostrato nelle prime posizioni e meno pagheremo per ogni click. Per ottenere dei buoni quality socre è utile che gli annunci abbiamo siano ottimizzati in maniera coerente con il contenuto del sito web e con le parole chiave per le quali decido che si mostri questo annuncio.
  3. Devono esere commerciali: beh stiamo sempre parlando di pubblicità, benche in un formato un po’ diverso dal classico. È necessario convincere la persona che sta davanti al pc a fare click sul nostro annuncio piuttosto che su quello che sta sopra sotto il nostro. Quindi dobbiamo essere incisivi e convincenti sempre pero tenendo conto del punti 1 e 2, altrimenti finiremo per pagare di più ogni click ed inoltre i nostri annunci si mostreranno sempre più in basso che quelli della concorrenza.

Selezione della parole chiave

Il punto successivo riguarda la selezione della parole chiave delle nostre campagne Adwords: un altro punto fondamentale, in quanto direttamente relazionato con il quality score. La qualità della parola chiave, in definitiva, è ciò che definisce la somma che si paga per ogni clic. Pertanto è una parte fondamentale della campagna. Le parole chiave scelte devono essere coerenti con tuto il resto della campagna oltre che con il contenuto della pagina di destinazione alla quale si manderà lo user.

Segmentare le campagne

Per quanto riguarda la segmentazione è fondamentale in ogni campagna. Ogni campña deve essere assolutamente segmentata per evitare che il nostro budget s’impenni e non porti risultati. I principali metodi di segmentazione sono:

  1. Ubicazione: si può limitae l’apparizione dei nostri annuncio a uno stato, una regione, una città o persino ad un raggio d’azione limitato, come per esempio 1 km da un punto determinato.
  2. Lingua: si può scegliere la lingua dello user per la quale volete apparire
  3. Device: si puo scegliere se apparire solo su pc, tablet o anche cellulari
  4. Giorno della settimana ed ora: posso scegliere il giorno della settimana e la frangia oraria nella quale fare pubblicità.

Non mischiare con le campagne di display con le campagne di ricerca

Mantieni sempre separate le campagne adwords di rete di ricerca e quelle di rete di display. Google offre la possibilità di campagne di ricerca son selezione di display, campagne miste, pero è bene non fidarsi. Come detto i due tipi di campagna sono focalizzate ad obiettivi molto diversi e non è quindi consigliabile mischiarle. Si possono creare due campagne separate, con obiettivi separati e con budget separati: cosè sará piú facile mantenere tutto sotto controllo.

Ottimizzare prima di tutto le pagine di destinazione

Puoi fare tutti gli sforzi che vuoi in cercare di ottimizzare le tue campagne adwords pero se la pagina di destinazione è un disastro non ci sarà niente da fare: otterrai pochissime conversioni. La prima cosa da fare è creare un site che sia user friendly, che sia ottimizzato in quanto a tasso di conversione e che permetta al traffico che vi manderai compiere con lo scopo della loro visita. Un esempio facile è l’ottimizione per cellulari di un sito: se non disponiamo di sito adattato alla navigazione per cellulari allora sarebbe meglio segmentare la campagan perché solo si mostri su laptop e pc.

Includi estensioni

AdWords offre la possibilità di includere estensioni degli annunci Le principali sono:

  • Estensioni di annuncio: sono funzioni che ci permettono, senza costi aggiuntivi, aggiungere più informazioni all’annuncio che potrebbero essere rilevanti ai nostri potenziali clienti.
  • Estensioni di località: recapito della società mostrato direttamente nell’annuncio.
  • Estensioni sitelink: link aggiuntivi al site che possono essere di interesse per l’utente.
  • Estensioni di chiamata: si puo includere il numero di telefono, molto importante per la visualizzazione sul dispositivo mobile, ed inoltre è possibile tracciare le chiamate che provengono dalla campagna.
  • Estensioni sociali: consente di aggiungere tutte le raccomandazioni sociali dei vostri annunci o del sito web.

È possibile includere tutte le estensioni che si desidera, dopo di che Google sceglierà quali mostrare e quali no, senza avvisare, naturalmente.

Infine una informazione utile per tutti coloro che stanno per addentrarsi nel fantastico mondo di adwords.

La formula per misurare il quality score di una campagna google Adwords.

Hai qualche altro consiglio da aggiungere a quessta lista su come iniziare una campagna adwords?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *